top of page

DIDATTICA INCLUSIVA: IL "LIBRO VIAGGIO"

Aggiornamento: 6 nov 2020

DIDATTICA INCLUSIVA


Benvenuti o bentornati sul blog della Ludoteca “Mary Poppins”!

Oggi la vostra tata vi propone un’attività adatta a tutti i bimbi, ma al tempo stesso diversa per tutti loro.

Eh si, avete capito bene!

Sappiamo infatti, che ciascun bambino ha tempistiche, esigenze e vissuti personali.

Per questo vi proponiamo un’attività volta a integrare le variegate specificità individuali, che le valorizzi e che non le neghi, in nome di una presunta uguaglianza.


IL LIBRO VIAGGIO

Con riferimento alla didattica inclusiva, mantenendo il focus sui bambini, ci rivolgiamo quindi a insegnanti, genitori e caregivers in generale, proponendo “il libro viaggio” della Dott.ssa Monica Nobile.

Un “libro” che diventerà non solo il contenito re del nostro racconto, ma anche uno strumento.

Strumento di narrazione e di relazione, che permetta la riflessione sulle emozioni e che faciliti, in modo accogliente e inclusivo, la comprensione del concetto dello scorrere del tempo.

Questa attività, inoltre, sviluppa nel bambino che la realizza, la motricità, la manualità e, non ultima, la creatività.


COSA CI OCCORE PER REALIZZARLO

Per la realizzazione del libro viaggio necessitiamo di fogli A4, forbici, colla/scotch, e colori.

I colori possono essere sostituti o accompagnati da materiale di decoro e di riciclo, come nastri, brillantini, ritagli di riviste e di giornali, e carta da regalo.


SVOLGIMENTO

Il primo step da fare è quello di creare il libro stesso, ritagliando e incollando i fogli tra di loro.

Sulla copertina del nostro libro possiamo aggiungere un taschino, sempre con della carta A4, che fungerà da contenitore per il protagonista della storia che creeremo.

Il secondo step è pensare alla storia che vogliamo rappresentare, suddivisa in tre scene principali: la prima parte per l’inizio, quella centrale per il suo svolgimento e l’ultima per il finale.

Per quanto riguarda la scelta della sequenza temporale, evitiamo di indagare il vissuto personale dei bambini, piuttosto invitiamoli a pensare a un obiettivo che si vuole raggiungere, a un’azione tipica di una determinata stagione, a una tappa di crescita ecc.;

non dimenticandoci che durante lo svolgimento di questa attività l’adulto di riferimento potrà fornire spunti facilitatori, mai direttivi, lasciando liberi i più piccini di attingere dalla propria fantasia e creatività.


PROCEDIMENTO:

1) Posizioniamo il figlio in orizzontale e dividiamolo in 3 parti uguali 

2) Dividiamo la prima sezione in 2 parti simmetriche e teniamole da parte

(una ci servirà per fare il taschino porta protagonista sulla copertina del libro, l'altra, invece, per la realizzazione del personaggio)

3) Pieghiamo a metà anche le altre due porzioni di foglio rimaste, e, infine, sovraponiamole l'un l'altra, fino ad avere delle pagine da sfogliare

4) Fissiamo sulla copertina uno spago e, sopra di esso, il taschino 

5) Con l'ultima porzione di foglio rimasta da utilizzare, infine, costruiamo il protagonista della storia

6) Uniamo il personaggio all'estremità libera dello spago

7) Dedichiamoci alla rappresentazione grafica della nostra storia e divertiamoci con colori, adesivi, brillantini…


CONCLUSIONI


Speriamo che l’attività proposta oggi possa essere uno spunto per la condivisione, con i vostri bimbi, di un momento ludico, che sia al tempo stesso di apertura e di accoglienza;

ricordandoci che, anche in questo caso, non è importante tanto il risultato estetico, quanto trovare la propria espressione narrativa.

La vostra tata Mary Poppins vi da l’arrivederci e vi augura buon divertimento!


…Venite a scoprire la nostra storia, con elementi in 3D:


https://www.youtube.com/watch?v=7Ck0aeuXMB4&feature=youtu.be


La proposta trae spunto e ispirazione dal materiale della Dott. Ssa Monica Nobile.

Dott.ssa Sara Andreani, per Mary Poppins House.



59 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page